Enzo Caruso ricevuto in Germania a nome dei partner internazionali

Il prof. Enzo Caruso, nella qualità di ambasciatore culturale della Rete “Lepanto per l’Europa” e dell’Associazione AURORA di Messina, è stato ricevuto nei giorni scorsi in Germania da Herr Joachim Wolbergs, Sindaco di Regensburg (Ratisbona), città natale di Don Giovanni d’Austria, e dall’Assessore alla Cultura Klemens Unger, per chiedere l’adesione della cittadina tedesca al protocollo firmato nell’ottobre scorso nella città greca di Nafpaktos e presentare l’invito a Messina per il prossimo mese di agosto. Accolto in una cerimonia ufficiale dal primo cittadino tedesco, Caruso ha portato i saluti della Città di Messina, del Presidente dell’ARS e della Fondazione Federico II, del Sindaco di Lepanto e dell’Unione dei Comuni della Grecia, unitamente alla Marco Polo System di Venezia.

da sin. Caruso, Wolbergs e Unger

da sin. Caruso, Wolbergs e Unger

VIII edizione dello Sbarco di Don Giovanni d’Austria il 7 Agosto 2016 a Messina

Dopo aver condiviso gli obiettivi della Rete che, partendo dal grande scontro della Battaglia Navale di Lepanto, si prefigge oggi di promuovere i valori della Pace e dell’Incontro tra i Paesi dell’area mediterranea accomunati dallo stesso evento storico, il Sindaco ha apposto la propria firma al memorandum, già firmato nell’ottobre scorso a Lepanto da Amministrazioni e Associazioni appartenenti a città di Italia, Grecia, Spagna, Slovenia, Croazia e Malta e ha accolto l’invito a prendere parte alla VIII edizione dello Sbarco di Don Giovanni d’Austria, previsto a Messina il 7 agosto prossimo. Al Sindaco è stato consegnato, a nome del Presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, il volume fotografico del Palazzo dei Normanni e una targa a nome dell’Associazione Aurora. A seguire, hanno apposto la loro firma anche le rappresentanti dell’Associazione “Amici d’Italia a Regensburg”, Antonella Matarazzo e Silvia Bertino.

Monumento a Don Giovanni d’Austria a Regensburg

Monumento a Don Giovanni d’Austria a Regensburg

A Regensburg, città medievale dichiarata nel 2006 patrimonio dell’UNESCO, è possibile apprezzare la copia del Monumento a Don Giovanni d’Austria, realizzata su concessione del Comune di Messina negli anni ’70, e l’Albergo nel quale Carlo V incontrò la giovane Barbara Blomberg, madre di Don Giovanni.

Per ulteriori informazioni relative alle attività culturali svolte in questi anni  dall’Associazione Aurora  “Messina in Festa sul Mare – Don Giovanni d’Austria a Messina per la battaglia di Lepanto”  è  possibile consultare il sito  http://www.sullerottedilepanto.it/.

Messina, 28 aprile 2016