Arte negata a Studenti di scuola Elementare in nome della Laicità Fondamentalista.

La Scuola Elementare Matteotti a Firenze è protagonista di una delle più brutte pagine della storia didattica moderna degli ultimi 50 anni, senza se e senza ma.

La Pietà di Vicent Van Gogh

La Pietà di Vicent Van Gogh

Oggi la cronaca di tutto il mondo racconta degli attentati dell’ISIS a Parigi e dell’orrore che ha causato la morte di innocenti – Feriti e ostaggi e ovviamente la solidarietà generale scorre a fiumi su tutti i social e nella rete, compreso la mia; ma c’è una notizia su cui oggi voglio riflettere insieme a Voi ed è sicuramente una delle cose che mi ha più scandalizzato in assoluto.

La notizia che la scuola elementare Matteotti riunita in consiglio abbia stabilito che gli alunni di scuola elementare non potessero visitare l’esposizione “Bellezza Divina” a Palazzo Strozzi  dedicata alla raffigurazione del sacro nell’arte moderna e contemporanea. Motivo: “venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche verso il tema religioso della mostra”, nell’ambito della quale sono esposte anche opere di Picasso, Van Gogh, Fontana, Munch e pure la Crocifissione bianca di Chagall, che lo stesso Papa Francesco ha potuto apprezzare proprio due giorni fa durante la sua visita fiorentina in Battistero. Fonte Affington POST

Sono assolutamente sconvolto da una cosa del genere e costernato al punto da volere esternare il mio malessere umano ed intellettuale in questo post che mi auguro possa essere condiviso da molti di Voi.

Posto che l’arte in sè come concetto è talmente Grande -Mistico – Maestoso – Infinito – Divino in ogni sua forma ed espressione da essere per sua natura al di sopra di qualunque strumentalizzazione dell’uomo; si potrebbe aggiungere che è essenza del Divino che attraversa l’uomo che la crea ma da esso stesso non può essere nè toccata nè scalfita. (G. Arena)

La subdola insolenza intellettuale e l’arroganza didattica quasi da regime degli insegnanti che hanno deciso di non portare la scolaresca a Palazzo Strozzi ha quasi del “MALVAGIO” e sapete perchè a mio Parere …. ??

Innanzi tutto l’arte accomuna i popoli e non li divide: infatti l’ISIS ad esempio distrugge Opere d’arte ovunque passa

I Ragazzini della scuola elementare Matteotti, così come molti loro coetanei non hanno ancora sviluppato quel senso di appartenenza Demagogico e Culturale ad una Religione piuttosto che ad un altra e dunque vivono una fase di innocenza che non può in alcun modo essere violata dai paradigmi mentali di qualche professorino indottrinato dai Telegiornali.

I Bambini sono la generazione futura dove dovremmo casomai insegnare il senso dell’unione e NON della divisione, l’arte in questo caso ha un compito alto, cioè quello di difendere questi valori ed elevarli il più possibile; cosa centra infatti che le raffigurazioni mostrino il Cristo crocefisso o la Pietà di Maria, che comunque sono personaggi Rispettati e Citati con affetto anche dalle Sure del Corano.

Crocifissione bianca di Chagall

Crocifissione bianca di Chagall

Ma i Bambini questo nemmeno lo sanno …… perchè non sono stati ancora contaminati da divisioni assurde o prese di posizione politiche di alcun tipo. Essi avrebbero potuto vivere un momento meraviglioso di unione e ed ammirazione del Bello, comprendendo forse più di Noi adulti quanto in alto ci possa portare il concetto di arte e soprattutto accettare e condividere l’Amore Universale che viene dal Divino, sia esso il Cristo, Maometto, Buddha o qualsiasi altro Amore Universale ed Incondizionato che ci riempie – ci appaga – ci sovrasta.

Ai “Maestrinucci” della Scuola Matteotti va il merito, si fa per dire, di avere pensato a qualcosa che nemmeno  Van Gogh, Fontana, Munch e Chagall avrebbero pensato dipingendoli, e cioè che un giorno magari a Firenze, ci sarebbe stato chi avrebbe inculcato la divisione nella mente dei Bambini in nome dell’arte; ai posteri l’ardua sentenza …… a Noi l’irrinunciabile opportunità di chiamarli IDIOTI.

Giovanni Arena