Intervista a Carlo Vaniglia della società “Santa Fara di Cinisi” Chicago

Intervista a Carlo Vaniglia, corrispondente da Chicago negli USA, del “Progetto Sicilia nel Mondo” dell’Associazione “L’Aquilone” Onlus, e presidente della Società “Santa Fara di Cinisi” (Chicago), che ci racconta la storia e l’attuale rinascita dell’Associazione.

Progetto Sicilia nel Mondo - Intervista a Carlo Vaniglia

Presidente quando nasce la società “Santa Fara di Cinisi” Chicago?

“La Società è nata nel 1930 nella zona di Little Italy a Chicago USA”.

Quali sono i fini della storica Società?

“La Società ha lo scopo di mantenere i legami storico, religiosi e culturali con la terra natia, è stata molto attiva per tanti anni, poi con l’andare del tempo gli associati e i paesani si sono sposati e hanno creato le loro famiglie in altre aree della zona, l’ultima messa in onore della nostra Santa protettrice è stata fatta nel 1969 e per tanti anni le attività si erano fermate, fino ad arrivare al 1980 quando un gruppo di cinisensi, si è organizzato per far rinascere la nuova Società, con tanti nuovi soci arrivati negli States negli anni ‘60 e ‘80”.

Chi ha dato l’impulso alla rinascita della Società?

“Dopo 2 anni dalla rinascita, l’attività è ripresa, lentamente, con l’aiuto di uno dei fondatori e primo presidente della nuova Società ‘Paolo Butera’, il quale ha comprato l’attuale sede che può ospitare fino a 150 persone assieme a una Cappella dedicata a Santa Fara”.

Quando festeggiate Santa Fara da Chicago?

“Ogni anno, la Prima settimana di luglio festeggiamo con una Santa Messa e poi carne grigliata per tutti, musica e ballo. La festa la organizziamo nella stessa settimana che si festeggia a Cinisi; quest’anno, c’erano oltre 120 persone, un evento religioso e ludico molto partecipato dove tutti sono ospiti”.

Progetto Sicilia nel Mondo - Intervista a Carlo Vaniglia

Quali sono gli scopi della Società?

“Questi eventi li organizziamo per tenere i cinisensi uniti e per stare in contatto con i paesani”.

Nell’ultimo anno avete avuto visite importanti dalla Sicilia?

“Nel mese di ottobre scorso, l’attuale sindaco Giangiacomo Palazzolo e la Giunta comunale di Cinisi sono venuti a trovarci, come consuetudine. Il sindaco Palazzolo ci ha detto con piacere che sua nonna era nata qui a Chicago, nella zona dove si trovava la vecchia sede”.

A Chicago quanti siete gli associati?

“Siamo circa 80 associati, con il sottoscritto presidente, il vicepresidente Paolo Palazzolo, il segretario Giuseppe Briguglio, il tesoriere Benedetto Manzella e lo chairman Stefano Butera”.

La Società Santa Fara di Cinisi esiste solo a Chicago?

“Il nome dell’Associazione è ‘Società Santa Fara di Cinisi Chicago’, anche a Detroit, St. Louis e New York esistono altre società dedicate a Santa Fara di Cinisi”.

Dove fate ogni anno la festa?

“La festa la facciamo nella nostra sede ufficiale che ha anche la Cappella dove dire Messa e si trova nella nuova Little Italy di Chicago. La Santa Messa, quest’anno, è stata celebrata da padre Augusto Feccia Scalabriniano, figura di spicco religiosa della comunità italiana di Chicago”.